Motore di ricerca sulla musica popolare

lunedì, maggio 08, 2006

Primo CD degli Auriko


Esordio discografico e bellissima sorpresa dagli Auriko che nel loro primo CD propongono un mix di sonorità che spaziano dalla antica - ed ancora molto poco conosciuta - musica popolare lucana (brani tricaricesi ed aviglianesi, di cui molti tramandati solo oralmente ed ancora inediti) a suoni e ritmi della realtà etnico-culturale europea: come la famosa Radioactivity, della band tedesca Kraftwerk, di cui il gruppo - in onore ai moti di Scansano Jonico contro il deposito di scorie nucleari - ha fatto una tammurriata.

AURIKO è nato tre anni fa grazie ad un gruppo di affiatatissimi musicisti provenienti da esperienze e luoghi molto diversi:

  • Mattia Bourgis, alle percussioni, riesce ad arricchire i brani del nuovo CD con ritmi africani e sudamericani.
  • Max De Carli, alla chitarre elettrica, ha portato una ventata di rock anche nell’ambito dell’arcaica musica popolare lucana.
  • Volker Klein, al Liuto cantabile, al Glockenspiel ed all’Hackbrett che ha elaborato i bellissimi arrangiamenti.
  • Patrizia Mione, al tamburello ed alla tammorra, una folata di caldo scirocco.
  • Marta Neri, nacchere e una voce straordinaria. Un'altra Auli Kocco?.
  • Mimma Santarsiero, nacchere e una voce indimenticabile. Assistere ai suoi concerti è un vero piacere anche dal punto di vista dell'intrattenimento, perché Mimma racconta e introduce i brani con semplicità e vivacità.
  • Simone Tiradritti, chitarra. Ha fatto un ottimo lavoro soprattutto alle armonie.
  • Enzo Troina, organetti, capace di far ballare un intero paese con un “du botti”.

Ezum Valgemom

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Il primo cd di un gruppo con una lunga strada davanti. Emozioni, suoni e ritmi popolari.....meraviglioso!

Fausto ha detto...

Forte troppo forte